L’assessore all’Ambiente Umberto Laureni è stato invitato a presentare il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) del Comune di Trieste al workshop “Geothermal Energy. Status and Future in the Peri-Adriatic Area” che si è tenuto a Lussino dal 25 al 27 agosto.
Il workshop – organizzato dall’Università di Trieste, dalla FIT (Fondazione Internazionale Trieste), dall’Unione Geotermica Italiana, l’ICTP, dal Gruppo HERA e dall’OGS – rientra tra le iniziative dell’ ECSAC (European Centre for Science, Arts and Culture). L’ECSAC è stato voluto e realizzato dal prof. Paolo Budinich, con la finalità di organizzare annualmente a Lussino un convegno scientifico internazionale su argomenti di particolare interesse e attualità.
Laureni ha ribadito l’interesse dell’Amministrazione Comunale per le applicazioni sul territorio dell’energia geotermica e ha affermato: “Trieste, città sul mare, è fortemente motivata a verificare, con la collaborazione degli Enti di ricerca, la fattibilità tecnica ed economica della produzione di energia termica e refrigerante utilizzando l’acqua di mare. Pensiamo in primo luogo agli edifici comunali, al fine di eliminare l’inquinamento dell’aria e abbassare i costi di produzione e gestione”.
L’assessore ha riconosciuto infatti i vantaggi dell’energia geotermica e si è impegnato a dare sostegno politico all’Università di Trieste, all’Area di Ricerca e ad altri partner, fino ad individuare gli edifici in cui poter sperimentare questa forma di energia.

Slide della relazione dell’assessore Laureni [pdf]

Comts/RF