La raccolta differenziata dei rifiuti

A Trieste le raccolta differenziata raggiunge percentuali ancora troppo basse (sotto il 30 % dei rifiuti totali).
Ricordiamo che sono attivi in città i seguenti servizi di raccolta differenziata:

  • le “isole ecologiche stradali” (destinate al conferimento dei rifiuti non riciclabili, della carta, della plastica, del vetro e delle lattine)
  • i Centri di Raccolta (per il conferimento dei rifiuti ingombranti, pericolosi, elettrici, inerti, legno, metalli, materassi, mobili, suppellettili, ecc.)
  • il servizio di prelievo “a domicilio” dei rifiuti ingombranti
  • il servizio di raccolta “porta a porta” del “verde” dei giardini privati
  • il servizio di raccolta degli imballaggi in cartone, presso i punti “SRC”, dedicato alle attività commerciali
  • il servizio di raccolta del rifiuto “umido” riservato alle “grandi utenze” (i ristoranti, le mense, i supermercati, ecc.).
  • il servizio di raccolta del rifiuto “umido” riservato ai cittadini

Dall’estate 2012 inoltre i cittadini possono visitare il termovalorizzatore dei rifiuti solidi urbani, su semplice richiesta al gestore dell’impianto. Scarica il modulo di richiesta per la visita all’impianto [.pdf]
ATTENZIONE!!
Intensificati a Trieste i controlli per il corretto conferimento dei rifiuti in modo differenziato

Nonostante le numerose iniziative di informazione e di sensibilizzazione della cittadinanza realizzate dal Comune di Trieste assieme ad AcegasAps sul tema della raccolta differenziata (distribuzione presso le utenze di stampati e riviste, affissione di manifesti, conferenze sull’argomento, avvisi sui media locali e sul web, collaborazione a manifestazioni di comunicazione istituite dalle varie filiere del CONAI, ecc.) i risultati ottenuti non sono ancora soddisfacenti.
Ancora troppi utenti ignorano o rifiutano consapevolmente la nuove regole di conferimento e gettano i rifiuti, tutti assieme, nel cassonetto dell’indifferenziata. Anche per questo motivo Trieste è in coda nella classifica dei comuni “virtuosi”, a differenza di altre classifiche relative alla “qualità della vita” nelle quali Trieste è sempre ai vertici.
Di conseguenza il Comune informa che è stata incrementata la vigilanza sul corretto conferimento in modo differenziato dei rifiuti, così come imposto dal vigente “Regolamento di nettezza urbana”.
Ad oggi le contravvenzioni elevate dalla Polizia Locale e dalle Guardie Ambientali dall’inizio dell’anno sono circa 200, e sono state prevalentemente comminate alle utenze commerciali e di servizio. Al contrario, le utenze private, cioè le famiglie triestine, sembrano aver meglio recepito quello che, oltre ad essere un obbligo sanzionato, è sopratutto un “obbligo morale” e di cultura civica.
L’inottemperanza all’obbligo di conferire in modo opportunamente separato, e secondo le modalità definite dal gestore del servizio, i rifiuti per i quali è prevista la raccolta differenziata viene punita con una sanzione di 100 Euro. Il conferimento di rifiuti indifferenziati nei contenitori per la raccolta differenziata viene sanzionato con 150 Euro. Il conferimento nei contenitori stradali di rifiuti pericolosi, speciali non assimilati, ingombranti, elettrici/elettronici, liquidi, inerti, parti di veicoli, comporta una sanzione pari a 500 Euro.

La raccolta differenziata dei rifiuti avviene per mezzo di appositi contenitori stradali diversi per forma e colore in base al materiale a cui sono destinati.
Trova tutte le informazioni sulle modalità di conferimento e di raccolta sul sito di AcegasApsAmga  Per informazioni e segnalazioni 800 955988

 

 

Raccolta differenziata, riuso e riciclo: una nuova collaborazione fra Comune e WWF e un nuovo portale web dedicato
Un ulteriore, nuovo aspetto dell’ampio ventaglio di iniziative che il Comune di Trieste sta attualmente dispiegando nel settore della raccolta differenziata dei rifiuti e del riciclo è stato illustrato in Municipio dove è stato ufficialmente presentato l’avvio di una specifica collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e il WWF locale su questo tema.
Vai allla pagina wwftrieste.blogspot.com

Posizionamento in città di circa 140 contenitori grigi con coperchio marrone, specificamente dedicati alla raccolta differenziata dei rifiuti biodegradabili, cosiddetti umidi
Il Comune di Trieste e Acegas-Aps nell’ambito delle iniziative che si propongono di incrementare i risultati della raccolta differenziata, hanno inteso istituire un servizio di raccolta dei rifiuti biodegradabili (il rifiuto organico comunemente definito “umido”) provenienti da grandi cucine e mense, dai reparti orto-frutta e salumeria dei supermercati, dagli ospedali e dai principali ristoranti e alberghi, in definitiva dalle maggiori strutture di accoglienza e ospitalità di persone e di vendita o consumo di generi alimentari e perciò dai più grandi “produttori” cittadini di questa tipologia di rifiuti. [segue]


srcServizio di raccolta cartoni “SRC” riservato alle attività economiche.
Attivo il numero verde ambiente sulla differenziata tel. 800955988

Con una distribuzione capillare a cura degli addetti di Esatto, circa 2000 tra negozianti e titolari di attività economiche del Comune di Trieste riceveranno uno specifico foglio informativo con mappa che, con la collaborazione di tutti, consentirà di avviare il servizio raccolta cartoni da imballaggio a Trieste.

[vai al comunicato stampa]

 

 No Cicca Day:  parte la guerra ai mozziconi di sigarette
Venerdì 8 aprile, grazie alla collaborazione con Federazione Italiana Tabaccai, Confcommercio e Assotabaccai – Confesercenti, saranno distribuiti ai fumatori triestini 23 mila posacenere tascabili e una brochure sul decoro urbano [segue]

Parte l’operazione umido: in città 100 nuovi contenitori per raccolta differenziata del verde
Con la nuova modalità di raccolta, sarà distribuita a tutte le famiglie di Trieste una guida alla raccolta del rifiuto umido, distinguendo bene fra scarti di cibo e sfalci e ramaglie. Obiettivo accrescere ancora quantità e qualità della raccolta differenziata [segue]