PRESENTATO IN MUNICIPIO LO “SPORTELLO ENERGETICO” A DISPOSIZIONE DEI CITTADINI IN VIA PROCURERIA 2, PRESSO L’URP, PER INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI SU COME DISPORRE DI PIÙ EFFICIENTI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO MA ANCHE DI CONDIZIONAMENTO / RAFFRESCAMENTO E SU COME CONTENERE SPRECHI E SPESE.

Aiutare cittadini e famiglie ad attuare pratiche virtuose di efficientamento e risparmio energetico in casa. È questo l’obiettivo specifico di “FIESTA” (Families Intelligent Energy Saving Targeted Action), il progetto triennale finanziato dal Programma Europeo “Intelligent Energy Europe 2007-2013” che intende promuovere comportamenti energeticamente sostenibili e l’adozione in casa propria di tecnologie e impianti ad alta efficienza che possano contribuire a ridurre i consumi, e quindi la bolletta energetica, a vantaggio degli stessi cittadini utenti ma anche a beneficio dell’ambiente sia esterno che interno a ogni abitazione.
Un progetto che è stato da poco avviato e del quale – va sottolineato – ha assunto il coordinamento a livello internazionale proprio il “parco scientifico” di Trieste AREA Science Park, coinvolgendo in questa prima fase 14 città con più di 50.000 abitanti situate in cinque Paesi della fascia meridionale e mediterranea della UE (Italia, Spagna, Bulgaria, Croazia, Cipro) e stabilendo che in ognuna di esse il Comune provveda all’apertura di sportelli informativi in grado di indirizzare i cittadini verso investimenti e acquisti consapevoli in tema di riscaldamento e raffrescamento. In Italia le città partecipanti sono tre: Forlì, Ravenna e Trieste, ed ecco perchè si è svolta proprio in Municipio l’odierna presentazione degli scopi e modalità del “progetto”, con l’annuncio che precisamente all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) dello stesso Comune, in via della Procureria 2, è stato già avviato il previsto “sportello FIESTA” che opererà ogni lunedì dalle 14.30 alle 17 e mercoledì dalle 9 alle 12.30, per fornire gratuitamente alle famiglie residenti sul territorio consulenze tecniche e consigli pratici per rendere più efficienti (e di conseguenza anche meno dispendiosi e più salubri) gli impianti energetici delle abitazioni e ridurre i consumi.
In particolare, al nuovo sportello (a cui ci si può rivolgere anche telefonando allo 040-675.8336 o scrivendo a sportellofiesta@comune.trieste.it) saranno fornite indicazioni per migliorare quelle abitudini quotidiane, spesso errate e persino dannose per la salute (troppo caldo d’inverno o troppo freddo artificiale d’estate), che poi immancabilmente incidono sulle spese, e poi consigli su come scegliere adeguati impianti di condizionamento e raffrescamento ad alta efficienza energetica ed effettuare investimenti in fonti rinnovabili.
Inoltre – aspetto notevolmente interessante e innovativo – 150 famiglie del nostro Comune avranno la possibilità di usufruire di una valutazione energetica gratuita a domicilio che verrà eseguita a richiesta proprio per verificare le possibilità di efficientamento e di contenimento dei consumi e della spesa energetica dell’appartamento.

L’intera iniziativa è stata illustrata nel corso di una conferenza aperta dall’Assessore comunale all’Ambiente ed Energia Umberto Laureni e alla quale hanno partecipato Fabio Tomasi di AREA Science Park in qualità di coordinatore generale del Progetto FIESTA, l’ingegner Valentina Fernetti responsabile per il Comune di Trieste del Progetto e dello Sportello “dedicato” (come detto aperto presso l’URP) e Carlotta Cesco dell’Ufficio Affari Europei sempre del Comune.

L’Assessore Laureni, ricordando come il Comune abbia avviato già in precedenza (dal 2012) un apposito Ufficio per il Risparmio Energetico, anch’esso frutto di una preziosa sinergia e collaborazione con l’Area di Ricerca e che già offre utili consulenze su risparmi ed energie alternative (per esso era presente l’ingegner Stefano Alessandrini dell’Area, titolare dell’Ufficio in convenzione con il Comune, contattabile allo 040-675.8436, altre notizie su Retecivica – pagina “Ambiente”), ha quindi “salutato” con soddisfazione il lancio di questa nuova esperienza di “FIESTA” che vede Trieste ‘prescelta’ assieme a poche altre città italiane dove questo Progetto europeo è stato avviato, progetto che ora positivamente può affiancarsi a quanto già svolto in proprio dall’Amministrazione, collocandosi peraltro a un livello più ampio e internazionale, oltre che con una maggior possibilità di organizzare iniziative più diffuse di coinvolgimento della popolazione e degli stessi installatori e rivenditori di impianti, fino alla sensibilizzazione dei più giovani sul tema con iniziative a livello scolastico.
“Ed è anche grazie a tutte queste attività che contiamo – ha concluso Laureni – di raggiungere l’obiettivo che ci siamo posti, anche nel quadro del PAES (Piano d’Azione comunale per l’Energia Sostenibile), della riduzione entro il 2020 di almeno il 20% delle emissioni di anidride carbonica in città, dovute in primo luogo proprio agli scarichi degli impianti di riscaldamento e di “rinfrescamento”/condizionamento degli edifici, oltre che dai motori degli auto-moto veicoli”.

Il coordinatore del Progetto europeo FIESTA Fabio Tomasi, sottolineando come la concreta messa in atto del Progetto nella nostra città rappresenti un nuovo significativo ‘momento’ della collaborazione ormai costante fra AREA di Ricerca e Comune (come avvenuto, ad esempio, proprio in occasione della redazione del PAES), ha spiegato come l’apertura dello Sportello di via Procureria sia solo “l’inizio di un percorso in questa direzione, che via via si allargherà con varie iniziative di sensibilizzazione e informazione indirizzate a vaste fasce della cittadinanza, prevedendo appositi incontri – ha detto Tomasi – con i residenti nelle case popolari, le associazioni di installatori e rivenditori, le scuole; ma anche la realizzazione di una ‘Lotteria dell’energia’ che metterà in palio premi per tutti coloro che avranno beneficiato dei servizi offerti dallo Sportello Energia di FIESTA, l’organizzazione di un gruppo d’acquisto per impianti di riscaldamento e condizionamento, il monitoraggio dell’efficacia delle misure intraprese dalle famiglie per stimare i risparmi e gli investimenti complessivi generati dal progetto e, persino, specifici cartoni animati sul tema.”
“Sensibilizzazione e informazione sempre più necessarie – ha concluso Tomasi – ove si pensi che al tradizionale bisogno di riscaldamento si è aggiunto negli ultimi anni quello di raffreddamento, con una crescente domanda di energia nei mesi estivi, tanto che in diversi Paesi con clima mediterraneo il consumo di energia per raffrescamento ha raggiunto gli stessi livelli di quella impiegata per cucinare e ha superato il consumo per illuminazione! FIESTA risponde alla sfida suggerendo alle famiglie modi per risparmiare energia pur mantenendo il livello di comfort richiesto”.
A livello informativo, Tomasi ha anche ricordato come le città a noi più vicine aderenti a questo ampio progetto di risparmio energetico e miglioramento ambientale siano proprio quelle dell’Istria e del Quarnero: Pola, Fiume e Zara.

Dal canto suo, la responsabile dello Sportello Valentina Fernetti ha indicato quattro ‘obiettivi’ alla portata di ogni cittadino: “comprendere” le modalità dell’utilizzo dell’energia a casa propria, “pensare” a cosa si potrebbe fare per ridurne il consumo, “comportarsi” diversamente e investire nell’efficienza energetica e nelle energie rinnovabili, per alla fine “risparmiare” e ridurre i costi delle bollette. Per orientare e supportare tutti gli interessati verso il raggiungimento di questi obiettivi il nuovo Sportello di via Procureria 2 sarà a completa disposizione!

(ulteriori informazioni sulla Retecivica del Comune www.retecivica.trieste.it, pagina Ambiente e su www.fiesta-audit.eu)

COMTS – FS