MESSE IN SICUREZZA PREVENTIVA LE AREE VERDI DI PIAZZALE ROSMINI E DELLA PINETA MINIUSSI

L’Arpa e l’AAS n.1, su richiesta del Comune di Trieste e in coordinamento con Regione e Provincia, hanno messo a punto un protocollo operativo per l’esecuzione di campionamenti dello strato superficiale dei suoli (top-soil) in alcune aree dell’abitato di Servola.
Il protocollo ha previsto 7 siti di prelievo nelle aree di Servola adiacenti lo stabilimento siderurgico e 3 siti situati a una distanza tale da ritenerli non direttamente interessati da emissioni industriali. Di questi ultimi, due sono riferibili ad ambiente urbano: Piazzale Rosmini e giardino di via Giulia, uno ad ambiente extraurbano: sincrotrone di Basovizza.
Le prime analisi hanno interessato l’area di verde pubblico di via Norma Cossetto, la Pineta “Stefano Miniussi” di via di Servola e il giardino di Piazzale Rosmini.
Tutti i parametri misurati sono risultati nella norma in via Cossetto, mentre alcuni di essi (cogeneri IPA) sono risultati superiori ai limiti di legge nel campione proveniente dalla Pineta “Stefano Miniussi” e nel campione proveniente da Piazzale Rosmini.
Al fine di avere conferma dei valori rilevati nell’area del giardino di Piazzale Rosmini sono stati qui eseguiti ulteriori campionamenti e si è proseguito inoltre nell’indagine secondo il protocollo effettuando campionamenti nel giardino pubblico “Frà Antollovich” (via Valmaura/via Carpineto), nel Piazzale Atleti Azzurri d’Italia, in prossimità del Sincrotrone di Basovizza e nell’aiuola spartitraffico della Grande Viabilità (GVT) in via di Servola.
Queste ultime analisi hanno confermato il superamento dei valori di legge nei campioni provenienti dal giardino pubblico di Piazzale Rosmini, mentre i valori negli altri punti campionati sono risultati nella norma. Dovranno essere pertanto valutate le cause che hanno determinato l’inquinamento in Piazzale Rosmini.
Contestualmente sono in fase di espletamento i campionamenti negli altri siti dell’area di Servola individuati nel protocollo di indagine concordato tra Arpa e AAS n.1, i cui risultati saranno disponibili entro il prossimo mese di maggio.
Si è deciso di proseguire inoltre con l’attività di ricerca di ulteriori inquinanti sui campioni disponibili e di verificare la correlazione dei dati con quelli ottenuti dalla rete deposimetrica (lavoro in collaborazione tra Arpa e Provincia) al fine di individuare correttamente le sorgenti di inquinamento.
Sulla base dei dati di cui sopra si è deciso di procedere adottando le misure di prevenzione e la messa in sicurezza di emergenza delle aree verdi di piazzale Rosmini e della Pineta “Miniussi”.

COMTS

Ordinanza [pdf]